Perché correre fa bene alla mente 2017-08-28T16:08:03+00:00

Project Description

MOTIVAZIONE

Perché correre fa bene alla mente


MOTIVAZIONE

La corsa, e in generale l’attività fisica, viene praticata principalmente per migliorare lo stato del proprio corpo e della propria salute fisica.
La verità è che, come tutti gli sportivi sanno, correre fa bene soprattutto alla mente.

Molti problemi possono infatti essere affrontati meglio grazie allo sport, partendo dall’organizzazione lavorativa, fino ad arrivare al miglioramento dell’umore generale.
Innanzitutto è sicuramente provato che l‘attività fisica, soprattutto se prolungata, sviluppa endorfine che hanno proprietà analgesiche, migliorano l’umore e l’energia e vengono prodotte dal corpo in particolari condizioni di allenamento. In generale causano euforia e sonnolenza, comunque “rilassano”.

Quindi dal punto di vista strettamente chimico, correre fa sentire bene.

Dal punto di vista mentale, il gesto ripetitivo di mettere un piede davanti all’altro, il rumore cadenzato, la facilità generale di uno sport come la corsa, che non richiede una concentrazione particolare, sono tutti fattori che rendono il running rilassante. Nel momento in cui passa la sensazione di fatica delle prime uscite, la mente si libera.

Scarichiamo stress e nervoso grazie al gesto atletico e nel frattempo sgomberiamo la mente, focalizzandoci su pensieri sicuramente più rosei di quelli del “pre-corsa”.

A parte l’effetto immediato che si ricava dalla corsa di per sè, praticare un’attività fisica in modo continuativo ha dei vantaggi a lungo termine.
Provate a pensare: iscriversi ad una gara di corsa, su qualsiasi distanza, permette al runner più lento di partire dallo stesso via dell’atleta pluripremiato.  Questo non accade in altri sport: difficilmente il neofita del tennis potrà essere in torneo con il campione, ancora più impossibile se pensiamo ad attività sportive di squadra.
L’aspetto della gara “per tutti” ha quindi una caratteristica motivazionale fortissima.

Iniziare a correre ponendosi magari un obiettivo raggiungibile, ma prestigioso come una 10km, ha un effetto virtuoso che aumenta la fiducia in sé e l’autostima. Ovviamente se riusciamo ad arrivare al traguardo.
La dinamica allenamento – risultati – raggiungimento dell’obiettivo è semplice da attuare se si parte da un allenamento corretto e se l’obiettivo è graduale può essere notevolmente utile per migliorare la propria vita.

Bisogna soltanto cominciare!

Articoli precedenti